CONFERENZE E INCONTRI PUBBLICI “ANTI STIGMA”

Cicli di conferenze – seminari distribuiti sul territorio.

L’Associazione La Lente avverte con forza il bisogno di lanciare una campagna di advocacy a favore di una sensibilizzazione della popolazione nei confronti del disturbo mentale, che si deve attuare con una serie di conferenze, convegni, incontri con la cittadinanza sul tema del disagio psichico.

Tutto questo al fine di richiamare l’attenzione in senso costruttivo sulla sofferenza psichica e sull’aiuto che la società può (e dovrebbe) fornire ma anche per dare voce e forza a cittadini (persone affette da disturbi mentali e loro congiunti) che sino ad ora si sono rinchiusi nel loro ambito privato.

Lo spirito della solidarietà è quello, infatti, di dar vita a nuovi sistemi di transazione (che in realtà erano già ben conosciuti nelle società arcaiche) basati sulla reciprocità e diversi da quelli prodotti dalla logica privatistica della famiglia e da quelli realizzati attraverso gli interventi dello Stato.

Si prevede un ciclo di due/tre incontri pubblici durante l’anno, da tenersi nelle sedi appropriate messe a disposizione dei Comuni di Cernusco s/N, Cassina dè Pecchi, Vignate, ecc…, aventi come tema dominante “la persona psicosofferente, i suoi percorsi di cura e la sua possibile collocazione residenziale – come forma terapeutica – nel contesto urbano. Il ruolo e i bisogni della famiglia”.

Si prevede la partecipazione di specialisti della psichiatria quali: il Prof. Vita, responsabile delle UOP n.33 e n.34 (Dipartimento di Salute Mentale della A.O. Melegnano), e suoi colllaboratori ; Il Prof. Cazzullo, il Dott. Clerici (dell’ARS),; un personaggio illustre passato attraverso il disagio psichico

* I primi incontri/dibattito si sono tenuti a Cernusco s/N (Maggio 2003); Vignate (Novembre 2003) e Pioltello (Maggio 2004), patrocinati daggli Assessori alle Politiche Sociali dei rispettivi Comuni.
* La mancanza del Primario a seguito della partenza del Dott. Vita, ha costretto alla sospensione negli anni 2005-2007. Speriamo che nel 2008 arrivi nella nostra UOP l’atteso Primario, che ci consenta il restart dell’iniziativa

Lascia un commento